Schema Multiuso per l’improvvisazione

Schema Multiuso
Il seguente modello può essere utilizzato su molti aspetti che riguardano la
chitarra, ci dà la possibilità di vedere uno schema stabilito nei più diversi
ambiti ed angolazioni. Ricordo che l’obbiettivo è quello di rendere degli
esercizi in musica poiché non è affatto facile trasformare una pagina di studio
in qualcosa che possa arricchire il nostro linguaggio musicale. Spesso il
problema non è nell’applicazione pratica (cioè nella nostra capacità di
muovere le dita) ma di “immaginare-suonare” una sequenza di note a noi
estranee.
Lo schema è applicabile su tutte le scale: pentatonica, maggiore, blues
melodica, armonica etc o nelle varie applicazioni: ribattuti a gruppi di tre e
superiori, intervalli a gruppi di tre e superiori, pentatonica unendo due box,
scala maggiore per triadi, arpeggi sui box, arpeggi sulle triadi, arpeggi a 4
voci, etc…

  • Variazioni ritmiche (note lunghe, pause etc..)
  • Parziali di un box: si tende spesso a suonare per esteso l’esercizio
    rendendolo così poco suonabile. Consiglio, suona solo dalla V alla III corda
  • Salti di corda all’interno dello stesso box
  • Salti tra vari box
  • Ripetere l’esercizio su un punto fisso. Ad esempio suonare più volte lo stesso
    ribattuto tecnica usatissima nel Rock
  • Suonare in orizzontale l’esercizio. Ottimo sugli intervalli
  • Mischiare i diretti ed inversi. Forse questo punto è il più efficace per la sua
    versatilità. Es. 2 diretti 2 inversi,
    1 diretto 1 inverso,
    3 diretti 1 inverso,
    3 inversi uno diretto etc..
  • Suona una frase tua (pausa) una frase usando l’intervallo.

Noterai che l’improvvisazione cambierà molto: avrai “più cose da dire” (il
tempo dell’improvvisazione si allunga), anche le “frasi tue” si evolveranno
poiché lo stimolo di una frase con l’intervallo cambia anche la risposta della
“frase tua”.
Quello scritto in questa pagina è molto utile e il suo valore è ben più amplio di
quello che può sembrare in apparenza.